Verdura

Gentilina

Produttore: Fabrizio Bevilacqua

Descrizione

"La Gentilina è una pianta più resistente, più rustica, rispetto alla Foglia di quercia. I piantini sono stati fatti da noi in alveolo, seminati circa 25 giorni prima. Abbiamo trapiantato la gentilina a macchina, senza pacciamatura e poi l’abbiamo bagnata con manichetta.

Per tenere l'erba è fondamentale passare tra le file una piccola fresetta monoruota che fresa a una larghezza di circa 18 cm. Se si riesce a passare nel momento esatto in cui tra una pianta di gentilina e l’altra c'è giusto quella distanza, elimini quasi tutte le infestanti che potrebbero dare problemi. Poi naturalmente dell'erba si sviluppa anche sulla fila tra una pianta e l'altra, ma diciamo che la gentilina cresce bene e non è ostacolata dell'erba e quindi, se poi quando si raccoglie, ci sono un po' di fili, non è un problema: bisogna sempre diffidare dei campi perfettamente puliti.

Il problema, però, in autunno, è sempre il controllo delle nottue che sono delle larve che si possono trovare all'interno della pianta e che possono fare delle rosure che rovinano le foglie. Durante la raccolta perciò si apre sempre la testa per vedere che non ci siano nottue all'interno. Ci sono anni dove l'infestazione è stata tale che è stato necessità fare dei trattamenti con il bacillus thuringiensis, un prodotto consentito in agricoltura biologica però se il danno è minimo come quest'anno non interveniamo perché non ne vale la pena."


Ricette

Gentilina con robiola di pecora
Pulisci, lava e asciuga la gentilina. Affetta sottilmente 1 finocchio e 1 mela con la buccia. Trasferisci il tutto in un’insalatiera, cospargi con della robiola di pecora tagliata a cubetti e qualche gheriglio di noce. Condisci con una spruzzata di limone, olio extravergine di oliva e fior di sale.

Carbonara vegetariana con gentilina
Lava e taglia sottilmente 3 zucchini, 1 cipolla, 1 carota, 2 foglie di insalata gentilina. Taglia a pezzetti una manciata di fagiolini. Fai saltare le verdure in una padella con poco olio extravergine di oliva, unisci un pugnetto di piselli freschi, aggiungi il sale e prosegui la cottura a fiamma bassa, con coperchio, per circa 20 minuti. In una ciotola sbatti 2 uova con un pizzico di sale e noce moscata. In una pentola con abbondante acqua salata cuoci la pasta, scolala al dente e versala sulle verdure. Aggiungi le uova sbattute e fai insaporire a fuoco vivace per qualche minuto. Completa con parmigiano grattugiato e pepe nero macinato al momento.

Acquista Gentilina