Ortocecco

Produttori

Titolari: Francesco Bevilacqua
Dove: Via Vittorio Veneto, 65 14019 Villanova d'Asti (At)

Francesco Bevilacqua fin da bambino ha desiderato avere una sua azienda agricola e, accudendo questo sogno, ha frequentato la Facoltà di Agraria. Già il nonno Carlo era agricoltore e quando nel 1997 morì all’età di 93 anni, i suoi terreni situati tra Dusino San Michele e Villanova (ai confini tra Monferrato e Roero) furono dati in affitto.

Nel 2008, terminati gli studi, Francesco ha avviato il suo progetto. Oggi l’azienda coltiva 3 ettari di ortaggi in pieno campo e utilizza 5000 mq di serre non riscaldate e poco più di mezzo ettaro di piante da frutta. Francesco ci dice che l’inizio dell’attività è stato duro perché ha dovuto affrontare investimenti grandi a fronte dei margini ridotti offerti dall’attività agricola. Inoltre l’andamento climatico degli ultimi anni, con primavere segnate da piogge frequenti, ha reso problematiche le semine e quindi ha tardato o compromesso alcuni raccolti.

 

Francesco è sposato e ha una bimba di tre mesi; sua moglie fa l’insegnante. Di fronte alla grande mole di lavoro, Francesco ha coinvolto il fratello Fabrizio che, nel 2009, frequentava la Facoltà di Architettura. E così è stato che Fabrizio è entrato definitivamente in azienda.

L’azienda Ortocecco è certificata da Suolo e salute. Per quanto riguarda le tecniche di coltivazione utilizzate, Francesco e Fabrizio utilizzano per la concimazione letame bovino di un allevamento familiare di Villanova che fornisce loro letame ben maturo. In azienda i due fratelli  praticano rotazioni di orticole su orticole: ad esempio non coltivano mai pomodoro in un campo dove l’anno prima hanno coltivato pomodoro, né peperoni su peperoni. Anche per le crucifere ogni anno si cambia campo. Il sovescio ha il triplice scopo di proteggere il terreno scoperto dopo un raccolto, di incorporare sostanza organica e di contenere le infestanti. Così, ad esempio, tra una coltura orticola e un’altra, seminano avena o veccia. Utilizzano il sistema della pacciamatura coprendo i solchi con fogli di materbi o utilizzando la paglia sul pomodoro da salsa e nelle coltivazioni di fragole.

 

Oggi gli obiettivi che Francesco e Fabrizio si pongono per la loro azienda sono, a livello di produzione riuscire a individuare i migliori metodi produttivi, macchinari, metodi di trapianto, a livello di varietà orticole, trovare varietà ottime di gusto, resistenti alle malattie e al freddo; questo per migliorare sempre più nel lavoro che stanno facendo.

 

Francesco e Fabrizio vendono i loro prodotti per parte dell’anno in alcuni mercati, servono AgriSpesa e qualche GAS. La gamma delle loro coltivazioni è praticamente completa, manca solo la carota che, per la natura dei loro terreni, non sono ancora riusciti a coltivare con buona resa.



La voce del produttore

La scelta del biologico, dice Francesco, “…l’ho fatta perché ne avevo sentito dire di tutti i colori e volevo verificare personalmente se si poteva applicare. Oggi posso affermare è una scelta...

La voce del produttore

La scelta del biologico, dice Francesco, “…l’ho fatta perché ne avevo sentito dire di tutti i colori e volevo verificare personalmente se si poteva applicare. Oggi posso affermare è una scelta...
 
 

Recapiti


e-mail:
ortocecco@hotmail.it