Salse, olio

Capperi sotto sale

D'Amico Salvatore

"Il cappero, che non è il frutto della pianta, bensì il bocciolo, matura a Salina fra maggio e agosto. La sua raccolta avviene al mattino presto, quando il bocciolo non si è ancora aperto.

La raccolta, che viene effettuata a mano ancora oggi, non è per nulla semplice. I raccoglitori devono camminare per molte ore lungo terreni impervi e con temperature estive spesso molto calde. Per ottenere circa 1 Kg di capperi piccoli, si deve lavorare almeno 1 ora di buona lena. Una volta raccolti, i capperi di Salina vengono stesi al sole ad asciugare. Successivamente, per poter essere consumati e conservati, vengono lavorati con la tecnica della salatura: i capperi vengono sistemati in grossi contenitori, alternando uno strato di capperi a uno di sale grosso. Restano a riposare così stipati per circa 40/45 giorni.

Modalità d’uso: sciacquare i capperi sotto l’acqua corrente e lasciarli a bagno in acqua fredda (o vino bianco) per un paio d’ore. I capperi dissalati potranno essere usati subito oppure conservati in contenitori in vetro, ricoperti di olio extravergine di oliva e riposti in frigorifero.


Capperi biologici di Salina al sale marino.
Ingredienti: capperi, sale marino.

Valori nutrizionali (valori medi per 100g di prodotto)
Val. energ. 166 kj 39 kcal
Grassi 1g
di cui saturi 0g
Carboidrati 2.9g
di cui zuccheri 0g
Proteine 2.5g
Sale 29.6


Origine: Italia


Capperi sotto sale