Amiamo la qualità e la offriamo a chi partecipa ad Agrispesa, in diverse modalità.

Offriamo prodotti buoni, coltivati con cura e con il pensiero rivolto alla salute delle persone; se di origine animale, sono ottenuti in allevamenti che ne rispettano la vita e la  socialità.
Crediamo nel valore della gentilezza, la pratichiamo e accudiamo la relazione con tutte le persone.
Poniamo cura in ogni nostro gesto.
Trattiamo le parole con serietà, come strumenti di conoscenza, di trasparenza e di dialogo.
 

La spesa
Ogni spesa, per noi, corrisponde a una famiglia che quasi sempre conosciamo da tempo, con le proprie preferenze, abitudini, esigenze, caratteristiche: siamo felici di saperle a memoria e di realizzarne ogni dettaglio.
All’interno della scatola della spesa collochiamo i prodotti con grande attenzione, per occupare al meglio lo spazio, per evitare movimenti dei prodotti durante le fasi di trasporto e anche affinchè aprire la scatola sia una gioia per gli occhi e per il cuore.

Il servizio clienti
Crediamo nel valore della gentilezza e la pratichiamo.
Dedichiamo tutto il tempo necessario per spiegare il nostro servizio e per fornire qualsiasi informazione o dettaglio ci vengano richiesti.
Quando commettiamo un errore ci scusiamo e rimediamo sempre.
 

La scheda prodotto
Sul sito ogni prodotto è collegato alla propria scheda, e lo stesso è per ogni azienda agricola. Non possiamo mostrare le foto di ogni prodotto, non saremmo in grado di aggiornarle in modo veritiero e non ci interessa far vedere frutti o ortaggi che non siano quelli che realmente inseriamo nella spesa.

Anche nelle schede utilizziamo le parole con grande attenzione, in modo da descrivere solo ciò che ciascuno può verificare, dalla modalità di coltivazione alle pratiche di allevamento o di preparazione di un prodotto, lasciando poi ad ognuno la libertà di aggiungere aggettivi a propria discrezione, secondo il pensiero o il gusto personale.
 

I prezzi
Ecco come costruiamo i prezzi di vendita dei prodotti:
il 60 - 50% del prezzo copre il costo del prodotto, cioè paga il lavoro degli agricoltori
il 40 - 50% del prezzo è quanto serve per rendere possibile il servizio, compreso il lavoro delle persone che fanno funzionare Agrispesa.

Conoscere queste percentuali è molto importante: fa capire con chiarezza se il lavoro di tutti è pagato in modo dignitoso.

Richiediamo un contributo di € 5 per le spese di consegna: esplicitiamo questa voce in fattura, perché non vogliamo mascherarla nel prezzo, è cosa a sé, esiste e non si può ignorare.
 

Il Fogliospesa
Affinché le famiglie conoscano le aziende agricole delle quali Agrispesa raccoglie i prodotti, ogni settimana inseriamo nella scatola il Fogliospesa, la comunicazione periodica al clienti che riporta:
-  interviste agli agricoltori sull’andamento delle coltivazioni in relazione alla stagione, sulle tecniche di coltivazione, sul loro pensiero
-  alcune ricette di semplice realizzazione ed ispirate alla leggerezza, per guidare all’utilizzo dei prodotti della settimana. 
 

Gli incontri e la festa 
Organizziamo almeno un incontro o una festa ogni anno, in modo da far conoscere alle famiglie e ai loro amici le aziende agricole delle quali inseriamo i prodotti nelle spese e per chi lavora ad Agrispesa, è una bella occasione per incontrare le persone che durante l’anno sentiamo unicamente al telefono o via mail.

 

“[…] nelle culture primitive le persone parlano soltanto di esperienze concrete. Non fanno dissertazioni sull'essenza della virtù, del bene, del male, della bellezza; le esigenze della loro vita quotidiana, come avviene anche da noi per le classi meno colte, non si spingono oltre la virtù dimostrata in una certa situazione, le buone o le cattive azioni compiute dai vicini e la bellezza di questa o di quella particolare persona o cosa. Non parlano di idee astratte. […] Per l'indiano dakota, buono non è un aggettivo, ma un sostantivo. […]
Buono è un sostantivo. Ecco. […] Buono come sostantivo e non come aggettivo: questo intende dire la Metafisica della Qualità.
Naturalmente la Qualità ultima non è né un sostantivo né un aggettivo né alcunchè di definibile; ma se avesse dovuto riassumere in una sola frase tutta la sua metafisica, Fedro avrebbe certamente scelto quella.”

Robert M. Pirsing, “Lila”, Adelphi