Verdura

Radice di daikon

Produttore: Azienda agricola Speranza

Descrizione

"Il daikon è il ravanello cinese, quello che viene consumato molto in Cina e in Asia, è una radice, si può dire che è come un incrocio tra un ravanello e una rapa sia come gusto che come consistenza e si può mangiare sia cotto che crudo. Cotto si utilizza negli stufati, negli spezzatini, diciamo che là tende un po’ a sostituire le patate in inverno. Crudo, invece, si mangia in pinzimonio.

In realtà la sua coltivazione è molto semplice, simile alla coltivazione delle rape, quindi si pianta da metà luglio a metà agosto, non avendo il macchinario, io semino a spaglio. Non richiede praticamente nessuna concimazione, nessun trattamento e poi l'irrigazione. Nelle annate nelle quali non piove conviene bagnare il campo prima della semina, io quest’anno ho fatto così, ho irrigato il campo prima di seminare, così è rimasto il terreno umido e il daikon è cresciuto abbastanza velocemente.

Cresce come a tappeto, e, quando è il momento cominciamo a raccogliere quelli più grossi, poi quelli vicini che sono più piccoli, liberatosi dello spazio, crescono anche a loro volta, Si comincia a raccogliere dall'esterno perché sono quelli che prendono più luce e quindi sono più grandi e poi pian pianino quelli nel centro rimangono con più luce e crescono di più. Un po’ come per le rape per le quali si fa una raccolta simile, oppure si aspetta che siano tutte di una pezzatura decente e poi si passa e si raccoglie tutto".


Ricette

Daikon a vapore
Taglia le estremità del daikon, pelalo con un pelapatate e taglialo a rondelle sottili. Fallo lessare, quindi scolalo e condiscilo con sale e olio extravergine di oliva.

Frittelle di daikon
Pela il daikon, grattugialo e mettilo da parte. In una terrina amalgama 1 uovo, 1 porro affettato sottilmente, 2 cucchiai di farina di mandorle, 4 cucchiaini di farina di riso, ½ tazza di pangrattato, sale e pepe. Scola dall’acqua in eccesso dalla radice grattugiata e aggiungi la sola polpa agli altri ingredienti. Preleva poco composto per volta, forma delle palline e schiacciale leggermente. Trasferiscile in una padella con olio extravergine di oliva caldo e falle cuocere pochi minuti per lato. Servile calde con del tamari di lenticchie.

Crema di zucca e daikon
Monda 1 porro e affettalo sottilmente. Fallo insaporire in una pentola con olio extravergine di oliva e 1 cucchiaio di acqua. Taglia a dadini della zucca e del daikon in uguale proporzione, versali sul porro e falli insaporire. Aggiungi un paio di carote grattugiate e un rametto di rosmarino. Copri con acqua o brodo vegetale e fai cuocere per circa mezz’ora. Regola di sale e pepe e passa con il passaverdure. Completa la crema con un giro di olio extravergine di oliva.

Acquista Radice di daikon