Verdura

Radice di curcuma

Azienda agricola Speranza

"La coltivazione inizia a febbraio-marzo, facendo germinare il tubero. Per facilitare questo processo uso lo stesso metodo che già usavano i miei nonni: metto del letame in serra che, fermentando, alza la temperatura e, se necessario, bagno i tuberi. La radice man mano germoglia e, quando è pronta, la si sotterra. La raccolta inizia a novembre e prosegue per circa un mese.

La curcuma fresca si conserva nel cassetto inferiore del frigo oppure può essere sbucciata, tagliata a pezzi e conservata in freezer. Prima dell'utilizzo bisogna lavare bene la radice, poi, con l’aiuto di un pelapatate, si elimina la parte esterna.

La radice fresca può essere utilizzata per preparare bevande calde o spolverata su alimenti sia caldi che freddi, nelle zuppe di verdure e legumi o con il pesce. O ancora nella farcitura di verdure ripiene. Io utilizzo la curcuma, ad esempio per fare il risotto: preparo un soffritto con cipolla e curcuma a fettine, dopodiché procedo con la preparazione solita del risotto, a me piace molto."



Origine: Italia


Radice di curcuma