Verdura

Barba di finocchio

Produttore: L'Orto di Laura di Nervo Laura

Descrizione

"La barba di finocchio è la parte verde dell’ortaggio. Io parto sempre dal presupposto che ben poche cose si buttano via e che il 90% delle cose si mangiano. Per questo ho cominciato a utilizzare la barba di finocchio magari facendo un risotto oppure usandola al posto del finocchietto selvatico che magari in autunno non si trova più. In questi casi la barba del finocchio è adattissima, dà anche molto gusto.

La utilizzo in mille modi, ad esempio, quando faccio la minestra metto un po’ di barba di finocchio, quando faccio le frittate o le torte salate ne metto un po’. La metto subito sin dall’inizio, io sono sbrigativa quindi metto subito tutti gli ingredienti. La barba di finocchio può essere utilizzata anche per cuocere le castagne.

lo generalmente pianto i piantini in campo a fine luglio- primi di agosto fuori e poi, verso metà-fine settembre raccolgo e metto sotto terra per averli poi disponibili nel periodo invernale. Generalmente non faccio nulla anche perché non è una coltivazione che necessiti di trattamenti, bisogna togliere l’erba una volta perché poi questo ortaggio, crescendo, controlla lo sviluppo delle infestanti. Va rincalzato per proteggerlo dal freddo. Non è soggetto a patologie particolari. Basta bagnarlo con regolarità senza esagerare con l’umido, come tutte le cose.

Non dà grossi problemi, poi c’è la questione di quello un po’ più panciuto, quello che dicono sempre maschio femmina, secondo me è un problema più estetico che di gusto, perché sono abituata che prendo, porto a casa e mangio e non sto a guardare però c’è chi vuole quello tondo perché è più tenero da mangiare in insalata.

La barba di finocchio la taglio finché c’è l’ortaggio in campo, generalmente prendo sempre la parte interna che è quella più tenera, quella esterna a lungo andare magari diventa un po’ più duretta".


Ricette

Risotto con castagne e barba di finocchio
In una casseruola fai soffriggere 1 cipolla tritata finemente in poco olio extravergine di oliva. Versa quindi il riso, precedentemente sciacquato sotto l’acqua corrente, e fallo tostare leggermente. Sfuma con due dita di cognac secco e fai evaporare. Aggiungi 250 g di castagne fresche pelate e spezzate grossolanamente. Insaporisci con sale e pepe e porta il riso a cottura versando poco per volta del brodo leggero di carne oppure brodo vegetale. Prima di portare in tavola completa il piatto con un ciuffo di barba di finocchio.

Acquista Barba di finocchio