Verdura

Piantina di malva

Az. Agricola Francesca Lanocita

La malva era già ben nota al tempo dei Greci e dei Romani, che ne apprezzavano le foglie tenere e le attribuivano delle proprietà lassative, ed era uno dei rimedi favoriti da Ippocrate, il “padre della medicina”, o ancora di Pitagora, che la utilizzava contro la costipazione. Nel medioevo faceva parte integrante dei famosi giardini di piante rare o “orti dei semplici” che hanno portato agli onori le piante medicinali, Carlo Magno arrivò a renderne obbligatoria la coltivazione per le sue apprezzabili proprietà terapeutiche.


La malva ha proprietà calmanti, emollienti, antinfiammatorie, leggermente lassative ed espettoranti.
Tra i principali componenti della malva si possono indicare le mucillagini (fibra gelatinosa che si trova nelle foglie e nei fiori in grado di proteggere il tratto intestinale e di regolare i movimenti intestinali naturali) per la loro azione calmante, è ricca di oli essenziali e flavonoidi.
Ha proprietà emollienti sulla pelle, riduce gli arrossamenti, ammorbidisce, rinfresca e protegge la pelle.
Una tisana di fiori e foglie, bevuta due volte al giorno, ha proprietà curative nei confronti di tosse, raffreddore, mal di gola, sinusite, bronchite, asma e stati influenzali.

Piantina di malva