Regali di Natale

Lina

Produttore: Agrispesa

Descrizione

La confezione regali Lina è un omaggio alla quotidianista modesta di alcune abitudini che, ora più ora meno, caratterizzano la vita di ogni famiglia. In questo caso, a partire dal ricordo di Lina, generosa portinaia della Casa Miroglio di Alba negli anni ’50, e della sua conserva fumante, abbiamo preparato quanto occorre per una buonissima pasta asciutta.

"Quando Lina faceva la conserva, quel giorno il cortile di Piazza Rossetti 7, Casa Miroglio, era invaso di profumo.
Ci metteva pomodori (ben maturi, schiacciati per togliere l’acqua e le grumele) carote, sedano, cipolla, aglio, basilico. Poi faceva cuocere a lungo, lentamente, sul putagè. La verdura non doveva mai attaccare, bisognava accudirla, mescolarla ogni tanto, valutarne continuamente il profumo per capire se tutto procedeva bene.
Dopo alcune ore l’acqua dei pomodori era evaporata, Lina aggiungeva sale e un pizzico di zucchero.

Poi montava la macchina della conserva sul piano di marmo del tavolo della sua cucina e cominciava a passare la verdura, che perdeva la buccia e scendeva come salsa densa, calda e profumata in un grande grilét. Era un lavoro faticoso, soprattutto quando tante bucce cominciavano a fermarsi intorno al cono d’acciaio e rendevano difficile far girare l’ingranaggio.

Il giorno prima Lina aveva già lavato e messo ad asciugare al sole le bottiglie per la conserva: le aveva raccolte tutto l’anno, ogni volta che aveva usato prodotti contenuti in quel tipo di vetro, oppure le aveva chieste alle vicine di casa che non le utilizzavano. Quando tutta la conserva era pronta, Lina smontava la macchina, puliva il tavolo e, con il mestolo, cominciava a riempire le bottiglie. Avrebbe potuto metterle via così, semplicemente avvitando il coperchio quando ancora la conserva era ben calda, ma lei “non si fidava” e per scrupolo faceva ancora bollire le bottiglie piene di conserva nella caudera.

Verso sera, appena prima che la mia famiglia ed io preparassimo cena, sentivo cigolare la carrucola che metteva in comunicazione il nostro balcone con quello di Lina. Uscivo dalla cucina e vedevo arrivare, contenuta in un sacchetto del pane appeso al cavo con una pinzetta da bucato, una tazza piena di conserva fumante, mentre Lina
faceva scorrere la carrucola. “È ancora calda” mi diceva “fatti l’uovo con la conserva. È già salata, ma non tanto”.
E io cucinavo quel semplice piatto".

Caratteristiche generali

Lina:

Fusilli g 500
Tagliatelle di grani antichi al basilico g 250
Riso Carnaroli kg 1
Conserva ml 720
Sugo di pomodoro g 500
Sugo d'estate g 314
Parmigiano Reggiano g 500
Preparato per soffritto g 180
Buonbrodo g 260
Peperoncino Arlecchino g 15
Basilico g 18
Confezione regalo


Acquista Lina