Coop Altopiano di Navelli

Produttori

Dove: via Umberto I, 7 Navelli (Aq)

I soci della cooperativa dell'altopiano di Navelli da circa quarant'anni si occupano di tutelare e promuovere le produzioni locali tra le quali le più importanti sono il cece e lo zafferano.

Rispetto agli altri ceci i “Navelli” sono caratterizzate da dimensioni ridotte (raramente superano gli otto millimetri di diametro) e da una composizione organolettica leggermente differente con un ridotto contenuto in carboidrati ed un maggiore apporto di proteine. Sono note due varietà di cece di Navelli: il cece bianco più liscio e tradizionalmente destinato alla vendita e il cece rosso, dalla buccia grinzosa e dal sapore più intenso, storicamente impiegato per il consumo familiare. 

La coltivazione in questo territorio dello zafferano, Crocus Sativus una piccola pianta di origine mediorientale,  risale ai primi del 1200.

In occasione del sinodo di Toledo del 1230 il monaco giurista Santucci, originario della piana di Navelli e appassionato di agricoltura, vide questi  piccoli fiori coltivati nella penisola iberica fin dal tempo della dominazione araba e pensò che la sua terra nativa fosse particolarmente idonea alla loro coltivazione.

Lo zafferano importato dal Santucci trovò in Abruzzo un habitat favorevole e il prodotto ottenuto aveva una qualità molto superiore a quello coltivato in altri territori.

Rapidamente la coltura si estese nei dintorni e le famiglie nobili che da poco avevano fondato la città de L'Aquila dettero vita a grandi scambi mercantili con le città di Milano e Venezia.



 
 

Recapiti


tel 086289630
e-mail:
coopaltopianodinavelli@virgilio.it